Spedizione gratuita per ordini superiori a 100 euro

COME PIANTARE LA CARTA 

La carta che germoglia

Dall’ unione di carta e semi, scegliendo di interrare la carta al posto di cestinarla, dai modo alla Natura di rigenerarsi, di nascere, di fiorire, di crescere, portando una nuova vita sul nostro pianeta e dando un piccolo aiuto alla Natura e al tuo giardino.

Una nuova vita richiede sempre impegno e costanza, così i semi, che non germogliano da soli e richiedono un minimo di pazienza.

Bagna la carta

Per prima cosa bagna bene la carta. E intendo davvero bene!

Solo così la carta potrà biodegradarsi in modo che i semi possano germogliare.

Semina la carta

Metti la carta in un vaso oppure direttamente in giardino, su del terriccio.

Utilizza preferibilmente terriccio da semina o per fiori. Il periodo migliore per piantare all’aperto va da maggio ad ottobre; al chiuso la carta può essere piantata in vaso tutto l’anno.

Copri con la terra

Copri la carta con circa 1 cm (massimo 1,5 cm) di terreno. In questo modo i semi riceveranno abbastanza nutrienti, protezione e luce per germogliare.

Se copri la carta con uno strato di terra troppo spesso, i semi germoglieranno meno rapidamente o non germoglieranno affatto.

Acqua ,acqua e ancora acqua

Acqua, acqua e ancora acqua! All’inizio dai un po’ d’acqua ogni giorno per mantenere la carta sempre umida. È meglio usare un nebulizzatore in modo che la carta venga bagnata in maniera uniforme.

Un annaffiatoio o una tazza senza beccuccio possono impedire alla carta di bagnarsi in ogni suo punto e quindi a tutti i semi di germogliare.

Sole , calore e tanto amore

Infine, posiziona la carta in un luogo luminoso e caldo. Fai attenzione però a evitare un posto in pieno sole, soprattutto in estate, perché la carta può seccarsi e i semi non germogliare. 

Adesso è il momento di avere solo un po’ di pazienza! Le tempistiche per vedere i primi germogli variano a seconda del periodo e del tipo di semenza.

Non esistono regole precise, di anno in anno le condizioni climatiche sono diverse e le tempistiche possono variare da una regione d’Italia all’altra, l’importante è non scoraggiarsi e ascoltare i ritmi della natura.

Continua a dare alle tue piantine amore e attenzione anche dopo la germinazione. A questo punto potrai dare un po’ meno acqua rispetto alla prima settimana.

Condividi i tuoi fiori

Una volta che i tuoi fiori saranno germogliati dai colore ai tuoi social condividendo la tua foto!

Secured By miniOrange